MASTOPLASTICA

Hai bisogno di effettuare un intervento di Mastoplastica a Lugano?
IME HELVETIA ti aspetta con un team di esperti in Chirurgia Plastica a Lugano.

L’armonia tra il seno ed il corpo di una donna è molto importante. La ricerca di questo equilibrio porta molte donne a considerare la chirurgia come una strada per raggiungerlo. L’intervento di mastoplastica si pone come obbiettivo proprio il rimodellamento del seno al fine di raggiungere le giuste proporzioni con il resto del corpo.

Il seno può infatti essere troppo piccolo, oppure può perdere parte del suo tono per esempio dopo la gravidanza e l’allattamento. In questi casi il volume del seno va aumentato, (mastoplastica additiva).

Nei casi invece di un seno eccessivamente prosperoso, che tende, per l’eccessivo peso a perdere tonicità, a scendere verso il basso e che può dare disturbi alla schiena ed al colloe delle pazienti, è necessario intervenire riducendo il volume del seno (mastoplastica riduttiva).

Anche i soggetti di sesso maschile possono presentare un aumento del volume ghiandolare. E’ una condizione meglio nota come ginecomastia. Esistono differenti metodi per trattare questa condizione, a seconda se ad essere più rappresentata è la ghiandola mammaria o il grasso.

MASTOPLASTICA ADDITIVA

L’intervento di mastoplastica additiva ha come obbiettivo l’aumento di volume del seno nei casi in cui non c’è la giusta proporzione. L’intervento viene eseguito impiantando una protesi in sede retromammaria o sottomuscolare. La causa di un seno di volume inferiore può essere congenita (ipoplasia mammaria congenita) oppure secondaria a gravidanza ed allattamento o perdita importante di peso.

La mastoplastica additiva è uno degli interventi più richiesti, soprattutto nelle donne giovani che non vedono il loro seno in armonia con il resto del corpo.

In alcuni casi, quando il seno ha perso la sua tonicità, anche la pelle può risultare particolarmente rilassata. Al fine di avere quindi un buon risultato è necessario associare alla mastoplastica additiva, anche una mastopessi.

L’intervento di mastoplastica additiva si effettua oggi in anestesia locale con sedazione profonda. Dopo l’intervento la paziente rimane in osservazione alcune ore e può far ritorno a casa.

L’intervento di mastoplastica additiva si effettua mediante un’incisione chirurgica in sede areolare o nel solco sottomammario. In alcuni casi può essere effettuata un’incisione ascellare.

La lunghezza dell’incisione è di pochi centimetri e ne residua una piccola cicatrice che è quasi sempre nascosta e quindi scarsamente visibile. L’incisione permette l’accesso in sede retroghiandolare o sottomuscolare, dove viene creata una tasca per il posizionamento della protesi.

La protesi viene inserita attraverso l’incisione cutanea e posizionata o dietro la ghiandola mammaria o sotto il muscolo grande pettorale.

Vengono posizionati due drenaggi nella sede della protesi che vengono rimossi di solito il giorno successivo all’intervento di mastoplastica.

Dopo l’intervento è necessaria una medicazione compressiva che va mantenuta per alcuni giorni. E’ necessario indossare per almeno un mese un reggiseno contenitivo.

Le protesi utilizzate sono per la maggior parte di silicone. All’interno sono costituite da un gel coesivo sempre di silicone che da un’ effetto più naturale. La forma e la grandezza delle protesi varia a seconda di molteplici parametri e viene concordata tra paziente e chirurgo.

Nei giorni successivi all’intervento di mastoplastica, il seno può presentarsi gonfio ed intorpidito. Questa sintomatologia si risolve dopo circa 7-10 giorni. E’ importante ricordarsi di non sollevare pesi per almeno 15 giorni. Quindi è importante per le donne con bambini piccoli organizzarsi prima dell’ intervento.

MASTOPLASTICA RIDUTTIVA

L’intervento di mastoplastica riduttiva consiste nella riduzione del volume del seno quando risulta essere troppo florido e può creare sia un disagio psicologico che fisico.

Il principale problema legato a quest’intervento sono le cicatrici che ne risultano.

Fino ad oggi una delle tecniche più diffuse era quella della “T rovesciata”.

Il seno dopo l’intervento risultava tonico e ben modellato, ma le cicatrici presenti erano estese e quindi invalidavano in parte il risultato estetico. Oggi la tecnica chirurgica per eseguire una mastoplastica riduttiva più utilizzata è quella di Lassus-Lejour, una dottoressa belga che ideò questo intervento proprio al fine di minimizzare le cicatrici.

La tecnica consiste nell’effettuare un’incisione intorno al capezzolo ed un’ incisione verticale al disotto dello stesso. L’intervento consiste nell’asportare la cute ed il grasso in eccesso, eventualmente ridurre la ghiandola mammaria in modo da poter rimodellare il seno e riportarlo al giusto volume ed alle giuste proporzioni.

L’intervento di mastoplastica additiva può essere effettuato in anestesia locale con sedazione profonda. Nel post operatorio possono comparire ecchimosi e gonfiore che risolvono dopo qualche giorno.

Dopo l’intervento è necessario portare una medicazione compressiva per alcuni giorni ed un reggiseno compressivo per almeno un mese.

Per prenotare un intervento di mastoplastica a Lugano, contattaci al (+41) 091.9213354 o richiedi informazioni attraverso il form di contatto.

MASTOPLASTICA

Hai bisogno di effettuare un intervento di Mastoplastica a Lugano?
IME HELVETIA ti aspetta con un team di esperti in Chirurgia Plastica a Lugano.

L’armonia tra il seno ed il corpo di una donna è molto importante. La ricerca di questo equilibrio porta molte donne a considerare la chirurgia come una strada per raggiungerlo. L’intervento di mastoplastica si pone come obbiettivo proprio il rimodellamento del seno al fine di raggiungere le giuste proporzioni con il resto del corpo.

Il seno può infatti essere troppo piccolo, oppure può perdere parte del suo tono per esempio dopo la gravidanza e l’allattamento. In questi casi il volume del seno va aumentato, (mastoplastica additiva).

Nei casi invece di un seno eccessivamente prosperoso, che tende, per l’eccessivo peso a perdere tonicità, a scendere verso il basso e che può dare disturbi alla schiena ed al colloe delle pazienti, è necessario intervenire riducendo il volume del seno (mastoplastica riduttiva).

Anche i soggetti di sesso maschile possono presentare un aumento del volume ghiandolare. E’ una condizione meglio nota come ginecomastia. Esistono differenti metodi per trattare questa condizione, a seconda se ad essere più rappresentata è la ghiandola mammaria o il grasso.

MASTOPLASTICA ADDITIVA

L’intervento di mastoplastica additiva ha come obbiettivo l’aumento di volume del seno nei casi in cui non c’è la giusta proporzione. L’intervento viene eseguito impiantando una protesi in sede retromammaria o sottomuscolare. La causa di un seno di volume inferiore può essere congenita (ipoplasia mammaria congenita) oppure secondaria a gravidanza ed allattamento o perdita importante di peso.

La mastoplastica additiva è uno degli interventi più richiesti, soprattutto nelle donne giovani che non vedono il loro seno in armonia con il resto del corpo.

In alcuni casi, quando il seno ha perso la sua tonicità, anche la pelle può risultare particolarmente rilassata. Al fine di avere quindi un buon risultato è necessario associare alla mastoplastica additiva, anche una mastopessi.

L’intervento di mastoplastica additiva si effettua oggi in anestesia locale con sedazione profonda. Dopo l’intervento la paziente rimane in osservazione alcune ore e può far ritorno a casa.

L’intervento di mastoplastica additiva si effettua mediante un’incisione chirurgica in sede areolare o nel solco sottomammario. In alcuni casi può essere effettuata un’incisione ascellare.

La lunghezza dell’incisione è di pochi centimetri e ne residua una piccola cicatrice che è quasi sempre nascosta e quindi scarsamente visibile. L’incisione permette l’accesso in sede retroghiandolare o sottomuscolare, dove viene creata una tasca per il posizionamento della protesi.

La protesi viene inserita attraverso l’incisione cutanea e posizionata o dietro la ghiandola mammaria o sotto il muscolo grande pettorale.

Vengono posizionati due drenaggi nella sede della protesi che vengono rimossi di solito il giorno successivo all’intervento di mastoplastica.

Dopo l’intervento è necessaria una medicazione compressiva che va mantenuta per alcuni giorni. E’ necessario indossare per almeno un mese un reggiseno contenitivo.

Le protesi utilizzate sono per la maggior parte di silicone. All’interno sono costituite da un gel coesivo sempre di silicone che da un’ effetto più naturale. La forma e la grandezza delle protesi varia a seconda di molteplici parametri e viene concordata tra paziente e chirurgo.

Nei giorni successivi all’intervento di mastoplastica, il seno può presentarsi gonfio ed intorpidito. Questa sintomatologia si risolve dopo circa 7-10 giorni. E’ importante ricordarsi di non sollevare pesi per almeno 15 giorni. Quindi è importante per le donne con bambini piccoli organizzarsi prima dell’ intervento.

MASTOPLASTICA RIDUTTIVA

L’intervento di mastoplastica riduttiva consiste nella riduzione del volume del seno quando risulta essere troppo florido e può creare sia un disagio psicologico che fisico.

Il principale problema legato a quest’intervento sono le cicatrici che ne risultano.

Fino ad oggi una delle tecniche più diffuse era quella della “T rovesciata”.

Il seno dopo l’intervento risultava tonico e ben modellato, ma le cicatrici presenti erano estese e quindi invalidavano in parte il risultato estetico. Oggi la tecnica chirurgica per eseguire una mastoplastica riduttiva più utilizzata è quella di Lassus-Lejour, una dottoressa belga che ideò questo intervento proprio al fine di minimizzare le cicatrici.

La tecnica consiste nell’effettuare un’incisione intorno al capezzolo ed un’ incisione verticale al disotto dello stesso. L’intervento consiste nell’asportare la cute ed il grasso in eccesso, eventualmente ridurre la ghiandola mammaria in modo da poter rimodellare il seno e riportarlo al giusto volume ed alle giuste proporzioni.

L’intervento di mastoplastica additiva può essere effettuato in anestesia locale con sedazione profonda. Nel post operatorio possono comparire ecchimosi e gonfiore che risolvono dopo qualche giorno.

Dopo l’intervento è necessario portare una medicazione compressiva per alcuni giorni ed un reggiseno compressivo per almeno un mese.

Per prenotare un intervento di mastoplastica a Lugano, contattaci al (+41) 091.9213354 o richiedi informazioni attraverso il form di contatto.

CONTATTACI

    ORARI

    Lunedì – Venerdì10:00 – 19:30
    SabatoCHIUSO
    DomenicaCHIUSO

    CONTATTACI

      ORARI

      Lunedì – Venerdì: 10:00 – 19:30

      Sabato CHIUSO

      Domenica CHIUSO